Consulta dello Sport, istanze entro il 6 aprile

NARDO’ (Lecce) – Il Comune di Nardò deve procedere alla nomina dei componenti dell’assemblea della Consulta dello Sport e i soggetti aventi i requisiti previsti possono presentare istanza entro il 6 aprile 2017.

L’assemblea, che tra i suoi membri elegge presidente, vicepresidente, comitato esecutivo e segretario, è composta da un rappresentante del Coni territoriale scelto dal Consiglio comunale tra una terna di nomi proposti dal Coni; un rappresentante di ciascun ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni e operante nel territorio comunale; un membro designato in rappresentanza di ogni associazione sportiva iscritta nell’Albo Comunale delle Associazioni e ancorché non iscritta, dotata di Statuto e/o da atto costitutivo registrato che abbia realizzato negli ultimi anni significative e documentate attività sportive sul territorio comunale (purché lo stesso non abbia subito provvedimenti disciplinari per condotta antisportiva); un membro designato in rappresentanza dei docenti  per ciascun indirizzo delle istituzioni scolastiche statali presenti sul territorio comunale e un rappresentante degli studenti per ciascun indirizzo degli istituti d’istruzione secondaria di II grado; tre membri individuati da parte del Consiglio Comunale fra personalità dello sport.

Gli interessati a far parte della Consulta e che abbiano i requisiti ai sensi del Regolamento della Consulta comunale dello Sport, devono indirizzare apposita istanza di partecipazione al Comune, come detto entro il prossimo 6 aprile, tramite l’Ufficio Protocollo, l’indirizzo pec protocollo@pecnardo.it o invio postale all’indirizzo “Comune di Nardò – piazza Cesare Battisti, 73048 Nardò”. Il Regolamento e il modello per l’istanza sono disponibili al link https://goo.gl/lh2zPC.

La Consulta dello Sport è un organo consultivo e propositivo e ha il compito di favorire la partecipazione democratica del mondo dello sport e dell’associazionismo sportivo cittadino. Ha anche lo scopo di promuovere attività sportive a livello agonistico e amatoriale e proporre iniziative, sostenere l’educazione sportiva nelle scuole, favorire il raccordo fra gruppi sportivi e Istituzioni locali, avanzare proposte in merito alla programmazione degli interventi a favore dell’impiantistica sportiva comunale sulla scorta dei principi di sostenibilità ambientale, funzionalità e gestione degli impianti compatibilmente con le risorse esistenti.

“Ci auguriamo – è l’invito del consigliere comunale con delega allo Sport Antonio Tondoche ci sia ampia partecipazione innanzitutto perché la Consulta è uno strumento cruciale per le scelte dell’amministrazione, poi perché riteniamo sia fondamentale coinvolgere concretamente chi ogni giorno pratica qualsiasi disciplina in città e conosce problemi, esigenze e aspettative del tessuto sportivo. Costituire la Consulta e renderla immediatamente operativa a pochi mesi dal nostro insediamento, del resto, è un segnale forte di quanto ci crediamo”.

 

 

NO COMMENTS